giovedì 2 luglio 2020

Birra salata bisceglie...


Regalo speciale quello dell'ultimo compleanno! Ho avuto una montagna di birre che non trovi normalmente nella grande distribuzione o nel supermercato sotto casa.
Tra queste c'è la birra artigianale Margose del birrificio Birranova, direi a km 0 visto che sia la produzione che l'acqua salata utilizzata per questa birra particolare si trovano a pochi km da casa. E' la prima volta che assaggiavo una birrà con questo tipo di sapidità, l'impatto non è male, però poi il retro gusto mi ha lasciato un po' perplesso; per i miei gusti il sapore del sale è troppo forte. Comunque ne ho un'altra bottiglia, quindi darò un'alra chance a questa specialità.

Buona birra a tutti.

mercoledì 1 luglio 2020

Il tesoro della sala giochi - Recensione

IL TESORO DELLA SALA GIOCHI - versione 1 - 14 dicembre 2019
===========================

di Roberto Barabino  (baraber@gmail.com)
Ha partecipato al concorso MARMELLATA DI AVVENTURA 2019.

L'ultima volta che ho giocato ad un'avventura testuale di Roberto risale nel lontano 2000. Devo a Roberto anche il trip preso per il linguaggio di Auhtoring Inform 6 per scrivere avventure testuali e mai abbandonato - infatti quando posso lo uso per portare avanti vecchi e nuovi progetti.

Torniamo al gioco, vai su in montagna col tuo gatto alla ricerca di un tesoro che un tuo lontano parente a quanto pare ti avrebbe lasciato; ma perché non dire chiaramente dove si trova?  Ecco, questo è lo stile di Roberto che a me non dispiace. Quindi appena vi siete calati nella sua parte, o meglio mente, dovete cercare di risolvere i vari puzzle che di volta in volta fungono da ostacoli a questa one room game, sì perché di questo si tratta, di conseguenza ogni puzzle vi tiene incollati in una location; questo in parte vi facilita il compito visto che con oggetti a disposizione e sempre nella location in cui vi trovate in quel momento la soluzione prima o poi la troverete. Credo che ai vecchi tempi questo tipo di one room game non fosse lecito, poi col tempo io mi sono perso e probabilmente hanno "mollato" un po' di regole.

10 enigmi da risolvere per cercare il tesoro, solo in un caso ho trovato difficoltà che ritengo un piccolo errore di design ma tant'è rileggendo e analizzando tutto quello che avete a disposizione la soluzione del puzzle la trovate.

Buon divertimento.

martedì 16 giugno 2020

Custom Task in VS Code per compilare Avventure Testuali in Inform 6

Qui di seguito trovate un esempio di Build Task per compilare le vostre avventure testuali
utilizzando quel fantastico strumento dal nome di VS Code. Poiché la vostra storia può
contenere diversi file *.inf è sufficiente creare un file batch, sto ovviamente parlando su
Windows, che contiene il nome del compiltore e il nome della vostra storia, ad esempio

inform.exe esempio.inf

Si parla di un custom task, qui trovate come fare se non sapete farlo.

{
    // See https://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=733558
    // for the documentation about the tasks.json format
    "version""2.0.0",
    "tasks": [
      {
        "label""Inform Compiler",
        "type""shell",
        "command""./compila .bat",
        // "windows": {
        //   "command": ".\\compila2.bat"
        // },
        "group""build",
        "presentation": {
          "reveal""always",
          "panel""new"
        }
      }
    ]
  }

lunedì 15 giugno 2020

La mia miglior raccomandazione di sempre

Tomb is one of the greatest logical minds I have ever met. He likes to resolve complexity, he is calm, he can be everything, from the programmer to the text adventure designer, it has been a real pleasure to work with him. He just hates cows ;-)))


giovedì 11 giugno 2020

Ti hanno fregato i gettoni - Recensione

Come annunciato alcuni giorni fa ho giocato all'avventura testuale Ti Hanno Fregato I Gettoni, spassosa at del caro amico Flavio.
Parliamo di una avventura testuale a parser - le altre tipologie mi annoiano - scritta in Inform 7 col supporto di Glulx per audio-video.
Col tuo amico fidato decidi di trascorrere un pomeriggio diverso (!?) recandoti alla tua sala giochi preferita ed ecco che mentre ti accingi ad entrare dei simpatici bulletti ti fregano i gettoni. Non sei un tipo che si arrende facilmente, di conseguenza fai di tutto per recuperare qualcosa per poter fare almeno qualche partita al nuovissimo sparatutto. La difficoltà della storia è medio bassa, avete a che fare con ragazzi che frequentano le sale giochi, il gestore e qualche tipo bizzarro, di quelli strani che si trovano normalmente nei paesi.

Voto 7

martedì 2 giugno 2020

Luci della Finanza - Recensione

Avevo scritto qualche giorno fa sulle avventure che avevo in serbo da giocare, bene una di queste era Luci della Finanza del veterano Marco Vallarino.
Bene, l'avventura si presenta bene come tutte quelle di Marco, si lascia giocare facilmente, è abbastanza lineare e se la finite entro un certo timelapse, di eventi non di tempo, potete entrare a far parte della hall of fame del gioco sul sito di Marco. Io ho trovato un inghippo solo sull'ultimo hint.
Bella, anche se a nome di Marco ci sono alcune più belle!

Alla prossima! 

lunedì 1 giugno 2020

The Purge - Serie TV


Sono stato scettico sulla possibilità di guardare o meno questa serie TV, parlo di The Purge, per via dell'argomento. Alla fine ci sono "cascato" come direbbe qualcuno visto che l'App di Amazon Prime Video continuava a propormela per via dei miei interessi o gusti aka vedi altre visioni.
Sono rimasto colpito positivamente, la serie è veloce, ti tiene incollato, mai un momento morto, nulla è scontato, non permette alla tua mente di fare ragionamenti deduttivi su storie e personaggi.

Bella proprio.

venerdì 22 maggio 2020

Backlog Avventure Testuali

Ecco qui il mio backlog personale per questo periodo caldo di avventure testuali:

- Altrove (in corso) di Roberto Marcarini

- Luci della Finanza dello storico Marco Vallarino

- Slenderman - L'incubo (la riprendo perché non l'ho mai terminata) dell'amico Flavio

- Ti Hanno Fregato i Gettoni sempre dell'amico Flavio


giovedì 21 maggio 2020

UPLOAD - Serie TV



UPLOAD è una serie TV Amazon Original che parla della possibilità di fare Upload della persona ormai agli sgoccioli, cioè poco prima di morire, attraverso una scansione. Proiettata in un futuro non molto lontano, questa piattaforma, a pagamento per i parenti quindi, permette di tenere in vita le vite digitali dei tuoi cari. Idea carina, peccato che soffre di alcune pecche: un po' forzata e smielata per i miei gusti, alla fine non è altro che una storia romantica con qualche battuta nerd non alla portata di tutti. Talvolta mi è sembrato come se fosse stata scritta da un nerd segaiolo solitario sfigato :)

Dato l'enorme successo, a breve arriverà già la seconda stagione, speriamo sia migliore, soprattutto per quanto riguarda la brevità degli episodi, circa 30 minuti l'uno, e colpi di scena, quasi assenti.

Voto 6

mercoledì 20 maggio 2020

Recensione di Schizo - Escape to the Void

Riporto un'altra recensione del caro amico avventuriero Flavio relativa a Schizo - Escape to the Void, la mia prima one room game che ho scritto nel 2002.


Schizo
Schizo è probabilmente una delle avventure testuali più insolite, e questo la rende anche una delle migliori per le sue caratteristiche inusuali, per il contesto atipico e per lo stile e i dettagli con cui è stata sviluppata.
Realizzata da Tommaso nel 2002, completa di suoni, immagini ed elementi multimediali, Schizo ci porta nella mente contorta e disturbata di Alex, diciannovenne con problemi paranoico-depressivi rinchiuso nella sua stanza, in "cura forzata" per volere dei genitori.
La stanza di Alex nasconde una miriade chiave di elementi chiave con i quali il protagonista dovra gioco forza interagire, e che ci faranno pian piano entrare più nel dettaglio nella sua natura malata. E mentre un'improvvisata voce fuori campo dell'autore, che sembra proporsi come nostro strizzacervelli personale (e perverso), cercherà, come una sorta di diavoletto e angioletto 'mal' consiglieri, di confonderci le idee, noi vagheremo nella nostra stanza-prigione, unica location di questa one-room adventure, alla ricerca di dare una quanto meno vaga spiegazione alla nostra esistenza, e al processo che ci ha portati ad essere rinchiusi in camera nostra.
Nel mentre, le pressioni di nostra madre si fanno insopportabili, la nostra fidanzata ci lascerà e la lucidità verrà meno, complici anche i tanti vizietti nascosti abilmente all'interno di alcuni oggetti, che ci faranno capire come i problemi di Alex dipendano anche da un tantino esagerato (ab)uso di droghe varie. Così che fumare erba, farsi una pera e ubriacarsi non sarà poi tanto difficile. Basterà dirlo alla linea di comando avendo prima cura di preparare gli oggetti giusti, opportunamente recuperati.
L'avventura presenta fin dall'inizio delle grosse novità rispetto a una classica at: l'inventario prevede una finestra adattata allo scopo, con tutti gli oggetti rappresentati graficamente come immagini. Un'altra immagine statica, più grande, in alto mostra la nostra camera, mentre il testo che descrive l'ambiente, gli oggetti e le nostre azioni scorre in basso.
Il ritmo di gioco spesso è spezzato da eventi casuali multimediali: Suoni e rumori che Alex sente provenire dalla strada ai piedi del suo palazzo, la pioggia, la polizia, cani che abbaiano, e molti altri. L'idea dello stereo inoltre è fantastica: in pratica, possiamo accenderlo e ascoltare un discreto numero di tracce musicali (chiaramente nulla a che vedere con la musica classica) mentre giochiamo.
Il telefono è un'altra interessante chicca inserita da Caldarola: a volte suonerà, e se risponderemo potremo parlare con alcuni png esterni, ma fondamentali per l'avventura. Un nostro amico, la nostra fidanzata… tutti elementi che ci faranno capire quanto ci siamo forzatamente - o meno - allontanati dalla realtà, ed oggi ci troviamo a combattere contro i nostri demoni.
Il gioco non è comunque esente da bug o comandi poco intuitivi, ma si difende bene. Gli enigmi sono abbastanza semplici, anche se non sono riuscito a raggiungere un finale vero e proprio se non quello della triste dipartita di Alex… ma non entriamo nei dettagli per evitare spoiler.
Stupenda avventura testuale, con uno sviluppo sicuramente non facile per via delle tante caratteristiche inserite dall'autore; una specie di malato esperimento psicologico - sociale che merita assolutamente di essere provato.