giovedì 6 dicembre 2012

Sub Terra


Ho appena acquistato il libro Sub Terra che parla del movimento metal underground principalemente negli anni '90 o fine anni '80 anche se in realtà l'intervallo temporale trattato è più vasto. Ho dato una lettura veloce a prefazione e a qualche capitolo sparso qua e la e devo dire che fa un certo effetto leggere di gente con cui si è condiviso molto soprattutto quando la lettera scritta a mano la faceva da padrone come modalità di comunicazione tra gruppi e fan.

Appena concludo la lettura posterò una recensione più completa.

Per finire dico che nella sezione Puglia è citato il nome dei Penis Leech.

Buona lettura.

venerdì 16 novembre 2012

Coming Soon

E' con grande piacere che posto queste due righe, ormai è ufficiale, è in cantiere la produzione per il rilascio di Proliferation of Malignancy, una collection dei Penis Leech che conterrà oltre ai primi due lavori ufficiali, demo del '96 e promo del 2000, alcuni pezzi inediti, registrati nel 2002, tratti da un EP mai rilasciato.

Il tutto grazie alla passione e al supporto di Death Metal Industry.

martedì 13 novembre 2012

Sigh! Niente Kreator, Morbid Angel, Nile & C.



Come preannunciato un po' di tempo fa domani 14 Novembre a Bari c'è il concerto dei Kreator, Morbid Angel, Nile e Fueled By Fire. Purtroppo è un momentaccio e domani non ci sarò... i Morbid Angel nel lontano 1991 sono riuscito a vederli a Firenze mentre Petrozza & C. non sono mai riuscito a vederli live. Alla prossima, spaccate tutto e buon headbanging.

domenica 29 luglio 2012

Buon sangue non mente

Spettacolo vedere il piccolo Luca sbattersi per tutto il live dei Nigthwish "The End of an Era".

Qui eccovi la canzone di chiusura.


mercoledì 11 luglio 2012

Prestazione Diabolica

Non potevo non beccare questo scudetto!



Per chi fosse interessato questo è il social network per gli amanti del calcetto.

sportilia.com

lunedì 2 luglio 2012

mercoledì 6 giugno 2012

Schizo - una recensione

Pubblico volentieri la recensione di Luciano che si è divertito nel giocare a Schizo - Escape to the void, la mia terza avventura testuale, pubblicata nel 2002 per una One Room Game Competition.

Ho appena finito Schizo. Per chi è come me, amante dei giochi testuali non dispersivi, con lo spazio limitato in un piccolo ambiente con poche zone facile da rappresentare e non con mappe infinite in cui ti perdi continuamente, insomma giochi in cui è più importante stare ad analizzare ogni singolo oggetto per quanto possa sembrare inutile piuttosto che cercare di trovare la via giusta, Schizo è l'ideale: ha soltanto una stanza, più spazio limitato di così :-) la stanza in cui ti trovi rinchiuso è pienissima di oggetti, che devono essere esaminati in ogni loro parte ed usati, spostati, combinati e dosati nella maniera giusta. Un'azione sbagliata, e il gioco non lo puoi più finire; non ti resta altro che ricominciare da capo e non ripetere più lo stesso errore, sempre ammesso che tu abbia capito qual è l'errore che hai commesso. Si può dire che non è un gioco in cui rischi di perderti, ma c'è da perderci la testa, questo è poco ma sicuro. Come voto gli do un 8 pieno. Consigliatissimo ;-)

Se posso citare alcuni difetti, un po' condivido il pensiero di chiara e rosy (fa riferimento ad altre recensioni, n.d.r.) in quanto l'eccessivo riferimento all'uso della droga e al suicidio potrebbe essere dannoso per alcuni soggetti, però l'autore all'inizio del gioco ne specifica i contenuti chiedendoti se vuoi giocare o no. Un altro difetto è che per fare determinate azioni utili a finire il gioco devi per forza aspettare che accada un determinato evento, quindi se sai già come procedere non puoi eseguire alcune azioni immediatamente, ma devi comunque impartire al tuo personaggio il comando "aspetta" numerose volte finché non giunge l'evento che stavi aspettando. E poi basta, altri difetti non riesco proprio a trovarne.

Obituary, Sinister... visti col binocolo

Peccato, dopo un concerto rinviato a Roma primi anni 90 per la location fatiscente, poi per motivi di lavoro, sabato scorso per la salute (ero veramentre uno zombie) sti cacchi di Obituary non riesco proprio a vederli... vabbè sarà per un'altra volta.

mercoledì 23 maggio 2012

Biglietto prenotato per Obituary, Sinister, Gory Blister...

Fatto. Biglietto prenotato per il RocKcult Extreme Fest che prevede la seguente setlist

OBITUARY 00:00/----
SINISTER 22:55/23:45
FORGOTTEN TOMB 22:00/22:40
GORY BLISTER 21:05/21:45
VULVECTOMY 20:20/20:50
CANCRENA 19:40/20:05
ONICECTOMY 19:00/19:25
INGRAVED 18:20/18:45
VINTERBLOT 17:40/18:05-
RAGING AGE 17:00/17:25

Il mio interesse ovviamente è per i primi due gruppi anche se sarà un vero piacere rivedere i vecchi amici Gory Blister e Vulvectomy, ricordo che in quest'ultima band suona l'ex cantante dei Penis Leech, Diego.

Notavo che con inizio a mezzanotte più rientro a casa, beh e il giorno dopo sveglia alle 6... sarà dura ma ne vale la pena.

DOM. 3 GIUGNO @DEMODE' CLUB - BARI

lunedì 7 maggio 2012

Calda estate

Preparatevi all'assalto estivo perché sono in programma

- Obituary + Sinister + Gory Blister + Vulvectomy, Bari 3 Giugno

- Exodus + Heathen + Suicidal Angels + Methedras , Bari 11 Giugno

- Malevolent Creation + Neka, Bari 21 Giugno

- Testament and more, Toritto (Bari) 31 Luglio

Stay tuned.

Poste: 7 euro per una cassetta in Canada

Dopo diversi anni, ma proprio tanti, oggi mi sono recato alle poste, volutamente in minuscolo, per spedire due pacchetti, contenenti i primi demo dei Penis Leech, uno a Milano e l'altro in Canada. Bene, nei primi anni '90 me ne sarei uscito con mille o duemila lire, oggi ho dovuto sborsare 1,50 + 7,00 euro rispettivamente. Non è cambiato solo il mondo dal punto di vista tecnologico, ma oggi sarebbe stato improponibile vendere come vent'anni addietro cassette a 3-4 euro e avere spese di spedizioni mostruose...

sabato 5 maggio 2012

Churchill

Non potevo che battezzarlo Church!



A skull full of maggots




Due nidi, uno a Sud e l'altro a Nord, rimossi in maniera indolore... Certo che dormire e sentire nel muro il lavoro frenetico (ma di notte non sono a riposo?) delle api è terrorizer :)

venerdì 24 febbraio 2012

Where Work Goes to Die

Segnalo questo interessante articolo sull'uso smisurato che se ne fa nelle aziende per quanto riguarda le riunioni. Visto che tra poco le cosidette balls si riempiranno auguro buona rottura di scatole a tutti coloro che si apprestano come me ad un'ora (se va bene) sprecata di lavoro.

Ah, nell'attesa ne ho approfittato per svuotare qualcos'altro, giusto per equipollare il tutto, non solo fisiologicamente.

lunedì 20 febbraio 2012

martedì 7 febbraio 2012

Entombed + Buffalo Grillz + Midian + Vinterblot Live

Domenica scorsa, 5 Febbraio, sono tornato, dopo diversi mesi di assenza, on the road per onorare gli Entombed, Buffalo Grillz, Midian and Vinterblot. Ammetto che la mia presenza è dovuta principalmente per le due band di spicco, cioè per la anziana e storica band svedese Entombed da cui il nome di questo blog deriva e per i grinders del caro amico Enrico, forse la band grind più interessante del momento. Partiamo dall'inizio, salgono sul palco i concittadini (!?!) Vinterblot, che si autodefiniscono pagan death metal. Piccola nota a margine, la vecchiaia e lo stare fuori dal giro lo si denota dal fatto che non sapevo che una band della mia città suonasse quella sera. Il genere non è dei miei preferiti, come ben sapete, quindi scorrono via senza lasciare tracce; il sound per certi versi mi ricorda quello dei Molested, non certo come velocità, ma per quelo suono zanzaresco delle chitarre. L'esibizione tuttavia sembra mantenere le aspettative almeno a giudicare dai responsi a terra. Per la cronaca, hanno già un contratto in mano e in questi giorni è in uscita il loro primo album, per saperne di più Vinterblot Official page.
Dopo la consueta pausa birra si passa ai casertani Midian, che non conoscevo affatto ma questa non è una novità, vista la mia latitanza dagli scaffali. Scorgo da lontano una presenza femminile che sbraita, urla e si muove alla Steve Souza maniera. Il cantato mi sembra troppo monotono, come presenza va meglio, ma complice il sound, una sorta di power death, decido insieme al valoroso compagno di avventura (leech), di fare un giro nel parterre. Si torna in sala con i Buffalo Grillz, band capitana da Enrico Giannone (ex cantante degli Undertakers). Sano, puro grind con tritacarne annesso, questa band spacca in tutti i sensi, pezzi come Graind Raccordo Anulare, Grind Gala, Grind Canyon tratti dal primo album più alcuni pezzi del loro secondo lavoro in uscita tra qualche settimana, Manzo Criminale, sono veramente una bomba, dal batterista bionico che non perde un colpo per finire al pazzo scatenato Enrico che si lascia andare anche ad uno stage diving d'altri tempi. Dopo una interminabile intro ecco che gli svedesi Entombed si impossessano del palco, e via a ripetizione si parte con una serie di brani tratti dal loro album più importante, Clandestine. A trattenere il pubblico, non numerosissimo sinceramente, c'è il pazzo ubriacone del cantante che a mo' di continui e ripetuti segni indica che ha la pelle d'oca e che si scolerebbe bottiglie e bottiglie di birra orgoglioso della evidente trippa che mostra con piacere. Mi aspettavo un sound più caldo, che si avvicinasse a Clandestine ed invece forse a causa del volume troppo alto, esagerato a dire il vero, risulta essere un mix tra vecchio e nuovo. Finalmente dopo quasi un'ora ecco spuntare i miei pezzi preferiti, tratti dal primo mitico album per poi ritornare su quelli del secondo e via via sui più recenti. Ammetto che senza i pezzi tratti dai primi due album il concerto sarebbe stato sotto tono, è inutile dirlo, questo tipo di band vive di renditta grazie ai primi ed originali album. Mi piace tuttavia vedere lo spirito di queste band, che pur a costo di girare, suonare, si spaccano la schiena per quello che nasce in tutti noi come pura e semplice passione per la musica, e per questo, credo che gli Entombed meritino un 10. Ultima nopta interessante, gli Entombed a differenza di moltre altre band headliner, hanno suonato davvero tanto!!! Il concerto è iniziato alle 22 circa ed è terminao alle 2.

giovedì 19 gennaio 2012

4 anni

Sono trascorsi 4 anni dalla riesumazione, sono cambiate diverse cose, ma vediamo agli ultimi dodici mesi: nuovo loculo, in pratica un nostro sogno che si è avverato dopo l'avventura dei vicini rompicoglioni, zoticoni e cozzali che è la stessa cosa... gli amici veri sono rimasti tali, la famiglia è più o meno sempre quella, chi è andato lo è per sempre; un infortunio alla gamba sinistra mi ha tenuto lontano dallo sport per 6 mesi e continua a farlo... i progetti personali tardano a decollare, ma una volta fatto esploderanno!

See ya
tomb

venerdì 13 gennaio 2012

mercoledì 11 gennaio 2012

Entombed a Bari il 5 febbraio 2012

Finalmente avrò la possibilità di vedere gli svedesi live per la prima volta. E come guest ci sono niente di meno che i nostri connazionali grinders Buffalo Grillz del caro amico Enrico. Che dire, non vedo l'ora.

Per i dettagli, seguite l'annuncio della RockCult

martedì 10 gennaio 2012

Nuovo loculo

Come preannunciato dopo due mesi di accampamento la nuova dimora è pronta... le lapidi sono già al loro posto nell'angolo più remoto del cimitero personale, all'ombra degli ulivi che mi accingo a sfoltire. Il ritorno al passato, con la mia amata terra, è stato portato al termine, riprendere in mano gli attrezzi del mestiere (zappa, accetta, cesoia, seghetto, ecc.) non ha prezzo, ora mi manca solo la mia amata motosega...