sabato 7 marzo 2020

Giornate lughe

Da quando ho dato le dimissioni le giornate sono diventate stranamente lente, lunghe, silenziose. E già, quella frenesia, voglia di fare le cose, portarle a termine a tutti i costi, farle bene, ecc. si è all'improvviso spenta, e non per vendetta, rancore o chichessìa; è come spegnere il motore di una macchina, con il periodo di preavviso che sembra una ventola che gira per raffreddare quell'ultimo calore.

Nessun commento:

Posta un commento

Non piangere per me: