venerdì 5 settembre 2008

Il bene e il male secondo Stephen King: Fine

In questo saggio l'autore cerca di evidenziare come la scrittura di S. King in realtà possa essere vista come una nuova forma di realismo, e su questo devo dire che sono pienamente d'accordo; è proprio quello che mi piace di S. King.
Per quanto riguarda il testo, beh forse poteva essere compresso in meno pagine, le citazioni e i riferimenti sono diversi, forse troppi, e potenzialmente potrebbe rovinare la festa per quei lettori che non hanno ancora avuto modo di leggere uno dei libri a cui si fa riferimento, tra l'altro quattro tra i migliori di King.

Voto: 6

Nessun commento:

Posta un commento

Non piangere per me: