giovedì 25 settembre 2008

I movimenti cattolici e il metal

Dopo vent'anni parlare ancora della questione movimento cattolico e musica satanica mi fa come dire un po' ridere. Sabato scorsa in terra di Bari c'è stata l'edizione Total Metal Festival 2008 al quale hanno partecipato, tra gli altri, i Deicide. Sono rimasto allibito nel leggere

Comune e Provincia di Bari danno il loro patrocinio ad un concerto metallaro. Si esibiranno gruppi musicali che nei loro testi adorano satana, offendono Gesù Cristo ed istigano i giovani al suicidio. Provincia di Bari danno il loro patrocinio ad un concerto metallaro. Si esibiranno gruppi musicali che nei loro testi adorano satana, offendono Gesù Cristo ed istigano i giovani al suicidio.

od ancora

In una canzone facente parte dell’album “Once Upon The Cross” del 1995, si invita esplicitamente ad uccidere il cristiano (“Kill the christian”). Il testo recita anche: “Armies of darkness unite. Destroy their temples and churches with fire. Where in his world will you hide. Sentenced to death, the anointment of Christ” (traduzione: “Armate delle tenebre unitevi. Distruggete I loro tempi e le loro chiese col fuoco. Dove nel suo mondo vi nasconderete. Condannati a morte. Unzione di Cristo.”)

Mi fermo qui, e mi chiedo se sti bigotti di cattolici non sanno a cosa pensare e preferiscono creare allarmismi inutili...

2 commenti:

  1. Stati in cui il sentimento religioso è forte:

    Europa
    Italia
    Grecia
    Spagna
    Portogallo

    America
    Argentina
    Perù
    Brasile

    Afrika
    beh...

    forse c'è un nesso tra lo sviluppo di un paese e la religione..

    RispondiElimina
  2. Lo penso anch'io... non a caso la Chiesa è forte proprio in quei paesi nei quali la religione è più "sentita".

    RispondiElimina

Non piangere per me: